• 20 dicembre 2018

Natale dei poeti

Consigli di lettura

Gli Autori. Giovanni Battista Gandolfo e Luisa Vassallo sono due poeti italiani viventi, entrambi liguri, accomunati dalla stessa passione: la poesia. Perché, scrivono nella prefazione al libro qui presentato, la poesia ha la forza magica di aprire spazi oltre e al di là del tempo presente. Lo scrittore, dicono, per lo più narra e interpreta il presente, mentre il poeta ha un compito diverso, quasi una missione: offrire alle sue ispirazioni un singolare respiro mistico, spesso in grado di raggiungere (perfino) le profonde vette della teologia. E poi se il tema affrontato è quello del Natale, allora non c’è argine al flusso di emozioni che vengono evocate.

Un lato assai pregevole del testo è che viene data voce ad un centinaio di poeti, spesso ingiustamente assenti dalle nostre antologie scolastiche, ma tutti ispirati e sopresi dalla magia del Natale.

Perché, dicono i due Autori, il Natale abbraccia molteplici aspetti, che vanno dal contenuto religioso al repertorio più laico, consegnandosi, tra cronaca e poesia, come la festa più bella e sentita dell’anno.

Una poesia. A mo’ di esempio, riportiamo una delle tante belle poesie raccolte in questo libro. È di Marcello Camillucci, poeta e scrittore padovano, scomparso nel 2000.

Al Dio che nasce

La tua vita mi tiene

in piedi; il tuo sguardo

mi dà coraggio a guardare

avanti, dove tu camminasti

alle origini del mondo, dove

ancora attendi il pellegrino.

Ed ecco tocco le cose

e mi rispondono, le creature

mescolano riso e pianto

entro le mie mani, bevo

e nella faccia ritrovo

il mio volto d’Adamo.

Un volto antico di pena,

un volto giovane di speranza.

Un’altra perla poetica è la celebra composizione del grande David Maria Turoldo, friulano, prete, saggista, regista e uomo di frontiera.

Natale

Ma quando facevo il pastore

allora ero certo del mio Natale.

I campi bianchi di brina,

i campi rotti al gracidio dei corvi

nel mio Friuli sotto la montagna,

erano il giusto spazio alla calata

delle genti favolose.

I tronchi degli alberi parevano

creature piene di ferite;

mia madre era parente

della Vergine,

tutta in faccende

finalmente serena.

Io portavo le pecore fino al sagrato

e sapevo d’essere uomo vero

del suo regale presepio.

Le poesie sono come la musica. Non possono essere raccontate da altri; vanno lette e “sentite”, altrimenti perdono sapore. E il modo migliore per sentirle è leggerle, esattamente come il modo migliore, anzi unico, per gustare la musica è ascoltarla.

E hanno un altro pregio: richiedono poco tempo, bastano pochi minuti, perché sono come pillole di vita che si prendono nelle pause delle nostre giornate, perfino quando facciamo la fila al supermercato o in banca.

E poi, quel che è magico, ti danno respiro, come quando in riva al mare ti senti inondare da quella brezza azzurra che le onde sole generano; o come quando ti lasci andare tra i boschi o scivoli dolcemente nelle nevi delle Dolomiti.

La poesia è vetta, la poesia è immensità.

__________________________________________________________________________________________________________________

Lino Sartori - Filosofo AdHoc - website - linkedin

    Condividi


Altre news

Obiettivo: cresciamo insieme

27 mag

Obiettivo: cresciamo insieme

Networking e relazioni Business e cultura d’impresa

Diventa protagonista della nuova strategia di comunicazione AdHoc Consilia.
Leggi di più

    Condividi

Riccardo Illy: persona e impresa

28 mar

Riccardo Illy: persona e impresa

Recensione eventi Networking e relazioni Impresa Testimonianze Formazione manageriale e crescita personale Formazione Filosofia in azienda Business e cultura d’impresa

Costanza, umiltà, studio, innovazione incrementale, comunicazione, etica: questo è l’esagono ideale di una virtù civile, prima ancora che imprenditoriale.
Leggi di più

    Condividi

Quale è il futuro del business?

21 mar

Quale è il futuro del business?

Consigli di lettura

Tutti i consumatori si aspettano non solo il meglio, ma sempre qualcosa di più dalle aziende di cui acquistano i beni...
Leggi di più

    Condividi